Sassari-Alghero: sindaci in presidio

Da questa mattina la sede del sindaco di Alghero e della Giunta comunale è un container sistemato nello spartitraffico della bretella che si interseca con l'ultimo tratto già realizzato della quattro corsie tra Sassari e Alghero, attraversa la rotatoria di Rudas e riconduce alla vecchia strada a due corsie di Surigheddu e Mamuntanas per arrivare sino al centro abitato di Alghero. I sindaci di Alghero e Sassari, Mario Bruno e Nicola Sanna, insieme ad una delegazione di assessori e consiglieri comunali della città catalana, hanno inscenato un sit-in lungo la strada, annunciando il presidio permanente per tenere alta l'attenzione dell'opinione pubblica: qualche giorno fa a Roma, in sede di commissione per la Valutazione di impatto ambientale, sono emerse le resistenze degli uffici ministeriali al completamento del primo lotto progettuale, di fatto l'ultimo da realizzare. Secondo i tecnici del Governo, la quattro corsie da Rudas ad Alghero e la bretella per l'aeroporto sono incompatibili con le previsioni del Piano paesaggistico regionale. Nonostante le modifiche apportate al progetto dall'Anas, che ha anche prodotto un report sui flussi di traffico che giustificano l'opera, l'orientamento della commissione Via sarebbe quello di autorizzare solo una strada a due corsie. A questa ipotesi il territorio si oppone con veemenza, tanto che Mario Bruno ha annunciato l'indizione di un referendum consultivo per fine gennaio. (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Magomadas

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...