Oristano,sequestrate 7 case a luci rosse

Sette appartamenti a luci rosse distribuiti in due quartieri di Oristano, 14 ragazze, soprattutto sudamericane, romene e cinesi al lavoro giorno e notte, due maitresse che gestivano gli affari, facevano ruotare ogni 15 giorni le prostitute e pagavano gli affitti. Il giro di prostituzione è stato scoperto dai carabinieri del Comando provinciale di Oristano che oggi hanno sequestrato in via Vinea Regum e via Lanusei i sette appartamenti, del valore complessivo di circa 700mila euro. Il provvedimento è stato firmato dalla Gip di Oristano, Silvia Palma, e richiesto dal pm Armando Mammone. Sei gli indagati: il proprietario degli immobili, un 82enne ex agente di custodia e i suoi due figli; due prostitute sudamericane, che hanno rivestito il ruolo di "maitresse", poiché stipulavano i contratti d'affitto col proprietario degli immobili; un oristanese che si occupava di risolvere tutte le problematiche di carattere organizzativo e logistico delle prostitute, andando a prenderle anche alla stazione ferroviaria per accompagnarle sul luogo di lavoro. (ANSA).

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Magomadas

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...